Bonus acqua potabile, fino a 500 euro per i privati: i requisiti e le tempistiche

Pubblicato da: shop manager In: Root In data: giovedì, gennaio 13, 2022 Commento: 0 Colpire: 790

L'agevolazione consiste nel credito d’imposta al 50% concesso dallo Stato per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi che aiutino a ridurre lo spreco. Spetta sia alle persone fisiche sia ai soggetti esercenti attività di impresa, arti e professioni, nonché agli enti non commerciali

Il bonus acqua potabile consiste nel credito d'imposta al 50% concesso dallo Stato per le spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l'acquisto e l'installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare, finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti. Ecco come funziona e quali sono i requisiti.

L’OBIETTIVO DEL BONUS - L’incentivo è previsto dalla legge di bilancio per il 2021 (articolo 1, commi da 1087 a 1089, della legge 178/2020). L’obiettivo è quello di razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica.

Commenti

Lascia il tuo commento